ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

The Brief: Eurogruppo discute bilancio italiano. Morta in Ucraina attivista contro la corruzione

Lettura in corso:

The Brief: Eurogruppo discute bilancio italiano. Morta in Ucraina attivista contro la corruzione

The Brief: Eurogruppo discute bilancio italiano. Morta in Ucraina attivista contro la corruzione
Dimensioni di testo Aa Aa

Eurogruppo accende i riflettori sulla manovra di Bilancio dell'Italia

L'Esecutivo dell'Ue ha respinto in ottobre il progetto di bilancio italiano. Spetta ora ai ministri delle finanze dell'Eurozona riaprire il file e trovare l'intesa assicurandosi che l'Italia apporti le modifiche entro il 13 novembre, evitando l'avvio da parte della Commissione europea di una procedura per disavanzi eccessivi.

La Commissione europea richiede indagini per trovare gli autori della morte dell'attivista ucraina

La Commissione europea ha espresso le sue condoglianze alla famiglia di Kateryna Handzyuk, l'attivista ucraina morta tre mesi dopo essere stata attaccata con l'acido. Si indaga sui responsabili dell'orrendo crimine. La giovane paladina, aveva solo 33 anni e si era impegnata a combattere contro la corruzione nel suo Paese.

Bruxelles ha anche sollecitato le autorità ucraine a indagare piu' intensamente su questo caso, che fa parte di una serie di episodi inquietanti contro attivisti e giornalisti d'investigazione.

Alberto II, Re del Belgio, pronto per un test del DNA che svelera' una presunta paternità extra-coniugale

Alberto II, Re emerito del Belgio, avrà un periodo di tre mesi per sottoporsi a un test del DNA per accertare o escludere la presunta paternità biologica nei confronti di Delphine Boël, una donna che afferma di essere sua figlia, in quanto nata da una relazione extra-coniugale del reale belga.

E' stato cosi stabilito dall'Alto Tribunale belga in risposta alla richiesta di Delphine Boel.

L'avvocato di Alberto II ha già annunciato che farà ricorso.

Brexit: catena umana di dimostranti a Londra per i diritti dei cittadini post-negoziati

Catena umana di dimostranti a Londra per chiedere che i diritti dei britannici residenti nell'Unione europea e degli europei residenti nel Regno Unito siano salvaguardati anche a completamento dei negoziati della Brexit.

Gli attivisti hanno manifestato di fronte a Downing Street 10, attuale 'casa May' e storica residenza dei Primi ministri britannici.

Un Portavoce della Commissione europea ha annunciato che si sta lavorando ai capitoli del negoziato e che l'accordo è imminente.