ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Imprese a Di Maio, su Tav no malintesi

Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – TORINO, 31 OTT – “Il ministro Di Maio non ha capito
nulla quanto accaduto in Comune a Torino e di cosa si sia
discusso”. Così il presidente di Api Torino, Corrado Alberto,
sulle dichiarazioni del vicepremier sulla Tav. “Ci preoccupa che
questa infrastruttura non si faccia. Non c‘è e non ci può essere
scambio fra Tav e metro Torino: sono entrambe essenziali.
Piuttosto preoccupa come vengano buttati soldi in una società
decotta come Alitalia. Di Maio stia tranquillo, gli imprenditori
sanno distinguere fra investimenti e sperperi”. Sulla stessa lunghezza d’onda Fabio Ravanelli, presidente di
Confindustria Piemonte: “Al ministro del Lavoro e dello Sviluppo
Economico Luigi Di Maio rispondo che, dietro la protesta delle
imprese e delle categorie produttive piemontesi e torinesi
contro la volontà di bloccare i lavori della Torino-Lione non
c‘è nessun malinteso ma una sincera preoccupazione per il futuro
del nostro territorio – dice – Spendere soldi per fare le opere
può rimettere in moto l’economia”.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.