I migranti accampati tra Croazia e Bosnia

I migranti accampati tra Croazia e Bosnia
Di Debora Gandini
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

In Bosnia oltre 20 mila migranti in un anno

PUBBLICITÀ

Sono circa 5.000 i migranti sempre bloccati in una regione al confine tra Bosnia-Erzogovina e Croazia. Uomini e ragazzi che sperano di attraversare il confine e proseguire il viaggio verso paesi dell’Unione Europea. Circa 1.000 di loro vivono in condizioni al limite della decenza in un dormitorio studentesco abbandonato vicino a Bihac. Alcuni sostengono di essere stati picchiati dalla polizia croata quando hanno cercato di entrare nel paese.

Un posto allucinante, dove mancano acqua e luce. Odore di fogna ovunque. Per queste centinaia di migranti e rifugiati che hanno deciso di dormire qui non ci sono bagni sufficienti. Uno scandalo, racconta il nostro inviato Hans von der Brelie. Solo rovine in questo edificio.

Quando cala la notte molti escono dal dormitorio per cercare di attraversare illegalmente il confine esterno. Ma la maggior parte viene bloccata dagli agenti croati e rispediti in Bosnia. Molti si rifitiuano di tornare nel loro paese di origine e sperano in un futuro migliore in qualche paese dell’Unione europea. C’è chi arriva dal Bangladesh, come questo giovane. Ci mostra la sua gamba. Non riesce a camminare bene da quando se l’è rotta. Un problema enorme.

Ognuno ha una storia da raccontare ma tutti chiedono di aprire i confini.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Bosnia, la nuova rotta di migranti verso l'UE

Migranti, l'Albania approva l'accordo sui Cpr dell'Italia

Germania, ancora seimila persone in piazza contro l'estrema destra