ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Martedì la Corte costituzionale sul caso Dj Fabo-Cappato

Lettura in corso:

Martedì la Corte costituzionale sul caso Dj Fabo-Cappato

Martedì la Corte costituzionale sul caso Dj Fabo-Cappato
Dimensioni di testo Aa Aa

Libertà civili e Corte costituzionale, una prima assoluta

È fissata per questo martedì, 23 ottobre, l'udienza della Corte costituzionale italiana sulla legittimità dell'articolo del codice penale sull'istigazione e aiuto al suicidio (articolo 580).

A sollevare il dubbio di costituzionalità il tribunale di Milano, dove è in corso il processo al politico del partito radicale, nonché tesoriere dell'associazione Luca Coscioni,Marco Cappato che nel febbraio del 2017 accompagnò a morire in Svizzera Fabiano Antoniani, conosciuto come dj Fabo.

Cappato: il mio atto di disobbedienza continua qualunque sia la sentenza

Cappato, difende il suo atto di disobbedienza civile a difesa della libertà di scelta ed è pronto a andare avanti:

"Credo che sia la prima volta in Europa che una corte a livello costituzionale si pronuncia, io pensoi di aver fatto il mio dovere a aiutare Fabo a ottenere quello che voleva, naturlmente possono farlo anche i parlamenti possono muoversi per ottenere questo diritto ed è da sempre stata una nostra richiesta".

Se martedì, la Cosulta accetta il ricorso, cade l'accusa contro Cappato; in caso contrario, il politico rischia fino a 12 anni di carcere.

Eutanasia e testamento biologico in Italia

Nel dicembre del 2017, l'Italia ha varato la norma sul testamento biologico; invece, la proposta di legge di iniziativa popolare sulla legalizzazione dell'eutanasia, in parlamento dal 2013, non è mai stata discussa. Le firme diventate 130 mila sono state riconsegnate al presidente della Camera Roberto Fico.

L'associazione Luca Coscioni si batte da anni in questo senso per la libertà dell'autodetreminazione, che vede invece in cima alla classifica Paesi come Belgio e Olanda.

Processo a Massa il 22 ottobre

Lunedì 22 ottobre, Marco Cappato insieme a Mina Welby, quest'ultima co-presidente dell'associazione Luca Coscioni, compariranno dinnanzi alla Corte d'assise di Massa per la prima udienza del processo 'Davide Trentini', entrambi rispondono dell'accusa di istigazione e aiuto al suicidio di DAvide Trentini, il 13 aprile del 2017 sempre in una clinica Svizzera.