ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Malta, un anno fa l'omicidio della giornalista Daphne Caruana Galizia

Lettura in corso:

Malta, un anno fa l'omicidio della giornalista Daphne Caruana Galizia

Malta, un anno fa l'omicidio della giornalista Daphne Caruana Galizia
Dimensioni di testo Aa Aa

Centinaia di persone sono scese in strada a La Valletta in ricordo della giornalista investigativa Daphne Caruana Galizia, assassinata giusto un anno fa con un attentato esplosivo compiuto il 16 ottobre del 2017.

La giornalista stava lavorando sull'intreccio tra criminalità e politica maltese, ed era stata la prima a pubblicare i Panama Papers, le prove dell'esistenza di ingenti fondi neri appartenenti anche a esponenti delle istituzioni dell'isola.

A un anno dall'assassinio, tre indagati sono in carcere, però nulla si sa ancora dei mandanti e del movente, Restano i sospetti su esponenti del governo, che avrebbero avuto legami con i fermati.

"Qui non funziona la democrazia, lo Stato di Diritto non prevale. Le istituzioni sono occupate dal governo, e il governo è in mano a gente che pensa solo al potere e al proprio beneficio personale", denuncia un blogger amico della vittima.

In ricordo di Daphne Caruana l'Unione europea ha osservato un minuto di silenzio, con cui ha reso omaggio anche ad altri giornalisti vittime di omicidio: da Viktoria Marinova in Bulgaria a Jan Kuciak in Slovacchia.

I familiari di Daphne chiedono una indagine indipendente per accertare se l'omicidio fosse o no evitabile, ma la loro richiesta finora non ha ottenuto alcun riscontro dal governo maltese.