ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Sap, nei video non ci sono calci e pugni

Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – FOGGIA, 10 OTT – “Quei video parlano da soli, basta
vederli attentamente. E’ chiaro che non ci sono calci e pugni.
Ma ci sono due poliziotti accerchiati da più di 50 persone che
hanno cercato tantissime volte di sottrarre all’arresto il
cittadino gambiano che si era reso responsabile del reato”. Lo
afferma all’ANSA il segretario provinciale del Sindacato
autonomo di polizia (Sap) di Foggia, Peppino Vigilante, dopo la
pubblicazione da parte del Comitato Campagne in lotta e della
testata online ‘Terre di Frontiera’ di alcuni video sull’arresto
di Omar Jallow, il cittadino gambiano di 26 anni al quale è
stata ora negata la protezione umanitaria. Nei giorni scorsi il Sap aveva diffuso un comunicato in cui
affermava che due agenti erano stati aggrediti ripetutamente con
calci, pugni e oggetti contundenti da circa 50 migranti che
volevano impedire l’arresto del gambiano nelle campagne di Borgo
Mezzanone.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.