ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Estorsioni mercato Firenze, 2 condannati

Estorsioni mercato Firenze, 2 condannati
Un altro patteggia. Al processo contestata aggravante mafiosità
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – FIRENZE, 5 OTT – Prime condanne nell’inchiesta per
estorsione maturata al Mercato ortofrutticolo di Firenze,
vicenda emersa nel novembre 2017 con cinque arresti e una decina
di indagati in varie regioni da Dda e Gico delle Fiamme Gialle.
Al termine dell’udienza preliminare il giudice Fabio Frangini ha
condannato per estorsione, in rito abbreviato, Alessandro
Santini, di Bergamo, a 3 anni e 4 mesi, e Antonio Francesco
Pizzimenti di Reggio Calabria, a 2 anni e 4 mesi. Ha patteggiato
1 anno e 7 mesi un altro imputato, Eugenio Potenza, napoletano,
residente a Trento. Il giudice ha prosciolto gli imputati
dall’accusa di bancarotta preferenziale. Rinviati invece a
giudizio, con l’aggravante del metodo mafioso Carmelo Caminiti
di Reggio Calabria, e Paolo Malara, di Catanzaro, legati alla
cosca di ‘ndrangheta De Stefano Tegano: per l’accusa i due
furono ingaggiati da Santini per attuare un recupero crediti
illegale: doveva avere 70.000 euro da una ditta fallita di due
fratelli fiorentini.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.