ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Colombia: la coltivazione di coca a livelli record

Lettura in corso:

Colombia: la coltivazione di coca a livelli record

Colombia: la coltivazione di coca a livelli record
@ Copyright :
Neil Palmer/CIAT/Flickr
Dimensioni di testo Aa Aa

Nel 2017 in Colombia la superficie dei campi illeciti coltivati a coca ha raggiunto il livello record di 171mila ettari, un incremento di 25mila ettari (+17%) rispetto all'anno precedente. A rivelarlo è un rapporto realizzato dal Sistema integrato per il controllo delle colture illecite (Simci) dell'Unodc (l'ufficio dell'Onu sulle droghe e il crimine).

Secondo il rapporto l'incremento maggiore si è avuto nei dipartimenti di Antioquia, Putumayo, Norte de Santander e Cauca, dove è stato registrato un aumento del 64%. Il dipartimento di Narino e la municipalità di Tumaco sono le zone maggiormente colpite dal problema, nonostante a Tumaco nel 2017 ci sia stato una contrazione nella produzione di coca del 16%. Il calo maggiore (1915 ettari in meno) si è avuto nel dipartimento di Guaviare.

Aumenta la superficie coltivata a coca, calano i prezzi

L'80% della coca è coltivata nelle stesse aree in cui era coltivata 10 anni fa. Oggi i campi producono il 33 per cento di foglie in più rispetto al 2012. I prezzi delle foglie fresche di coca, della pasta e del cloridrato di cocaina sono diminuiti rispettivamente del 28%, 14% e 11%. Nel 2017 i sequestri di cocaina sono aumentati del 20%.

Il 33 per cento della superficie coltivata a coca si trova a più di 10 chilometri di distanza dalle aree popolate e il 34% nelle foreste (dato relativo al 2014). Il 16% delle aree si trova a meno di 10 chilometri dal confine: quelli con il Venezuela e l'Ecuador sono i più colpiti.

Un business da 2,7 miliardi di dollari

Si stima che la produzione potenziale di cocaina abbia un valore di 2,7 miliardi di dollari sul mercato locale. Si teme che questo capitale, derivato dall'economia della droga, possa indebolire la cultura della legalità, rafforzare i gruppi armati e delegittimare le istituzioni democratiche attraverso la corruzione e i flussi finanziari illeciti.