EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Grecia, ecco cos'è l'austerità

Grecia, ecco cos'è l'austerità
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Otto anni e due programmi di salvataggio fa, in Grecia cominciava ufficalmente l'austerità. Abbiamo incontrato Vana e Giorgos, che proprio negli anni della brutale trasformazione dell'economia e della società del loro Paese, hanno deciso di formare una famiglia

PUBBLICITÀ

8 anni e due programmi di salvataggio fa, in Grecia cominciava ufficalmente l'austerità.Abbiamo incontrato Vana e Giorgos, che proprio negli anni della brutale trasformazione dell'economia e della società del loro Paese, hanno deciso di formare una famiglia. Nella loro esperienza la drammaticità della recente storia greca. Giorgos racconta::

 ''Sono un ragioniere, nel 2009 lavoravo per una grande industria alimentare. Nei successivi 7 o 8 anni, hanno cambiato il mio contratto 3 volte, mi hanno tagliato lo stipendio e alla fine mi hanno licenziato. Poii è stato difficile trovare un lavoro, nonostante abbia un buon curriculum ed esperienza. Ho trovato un lavoro solo un mese fa".

Vana è stata più fortunata. Ha potuto mantenere il suo impiego, ma intorno a lei il dramma della disoccupazione dilagante: ‘’Ci sono stati molti licenziamenti, la situazion era difficile, tra chi ha perso i lavoro c'erano genitori di 2 o 3 figli. Spesso hanno perso il lavoro entrambi i genitori. L'ultima speranza erano i genitori pensionati, le cui pensioni però sono state ridotte della metà, Come nel caso dei miei gentiori. Nemmeno loro potevano aiutarci".

L'austerità ha riguardato tutti. Senza limiti di età e professione. Cambiando aspettative, abitudini e scala di valori: ‘’Abbiamo cominciato ad avere aspettative diverse da prima - racconta Vana - Avevamo uno stile di vita diverso, abbiamo dovuto limitarci molto, siamo stati sotto pressione. Ma quando c'è amore in famiglia, ci si supporta. Nel sacchetto della spesa poche cose, lo stretto necessario. Latte, formaggio, prosciutto ... basta".

La fine del programma di salvataggio non cancella le inquietudini per il futuro, nonostante secondo Bruxelles, l'austerità abbia gettato le basi per una ripresa sostenibile.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Salvare la Grecia è stato doloroso, parola di Dijsselbloem

Mitsotakis e Erdogan ad Ankara: continuano i colloqui per normalizzare i rapporti tra i Paesi

Macedonia del Nord, incidente diplomatico con Atene durante l'insediamento della nuova presidente