Afghanistan: attentato per il rientro di Dostum

Afghanistan: attentato per il rientro di Dostum
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Il vice presidente afghano aveva lasciato il Paese dopo le accuse di rapimento, torture e abusi sessuali contro un suo rivale politico

PUBBLICITÀ

Almeno 14 persone sono morte e 50 sono rimaste ferite a seguito dell'attentato diretto a Abdul Rashid Dostum. Il primo vice presidente afghano, appena rientrato in Paese dopo oltre un anno, era appena passato dalla piazza antistante l'aeroporto di Kabul, dove è esplosa la dinamite e si è quindi salvato. 

Dostum, un ex signore della guerra di etnia uzbeka, aveva lasciato l'Afghanistan con la scusa di dover fare delle cure in Turchia, in seguito alle accuse di coinvolgimento nel rapimento, torture e violenze sessuali ai danni di un suo rivale politico, Ahmad Eshchi.

Sette delle sue guardie del corpo sono state condannate per quegli episodi.

Il clima a Kabul si sta facendo sempre più teso in vista delle elezione parlamentari di ottobre, preludio delle presidenziali del prossimo anno.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Afghanistan, governo soddisfatto per lo storico cessate il fuoco

Euronews a Kabul: la testimonianza di un giornalista

Afghanistan: sopravvivono in quattro allo schianto dell'aereo