ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Thailandia: mesi per salvare quei ragazzi

Lettura in corso:

Thailandia: mesi per salvare quei ragazzi

Thailandia: mesi per salvare quei ragazzi
Dimensioni di testo Aa Aa

Tutta la Thailandia continua a fare il tifo per una squadra di calcio che ha tenuto con il fiato sospeso il Paese per 9 giorni.

Ci vorranno mesi, forse quattro, prima che quei 12 ragazzini-calciatori, rimasti intrappolati con il loro allenatore nella grotta allagata di Tham Luang, vedano di nuovo la luce del sole. Dopo essere stati ritrovati, ora la fida più grande è portarli fuori dalla caverna.

I soccorritori hanno combattuto con il fango e l’acqua alta. 216 ore per raggiungere i ragazzi. Ma le operazioni non sono ancora terminate, ha fatto sapere il governatore di Chiang Rai, senza voler tuttavia smorzare l’entusiasmo dei parenti e della gente. I giovani stanno bene, anche se sono visibilmente deboli. Giorni senza cibo nè acqua potabile. "E’ il giorno più bello della mia vita”, dice la madre di uno dei ragazzini. “Ho aspettato mio figlio tanti giorni, pensavo che avesse solo il 50% di probabilità di sopravvivere. Sono così felice, non vedo l’ora di poterlo riabbracciare.”

Un sentimento di gioia ed euforia condiviso da tutti. Mentre nella grotta è stato inviato anche un team di dottori con acqua fresca e medicinali, ora arriva la parte delicata. Bisogna decidere se curarli sul posto o provare a tirarli fuori subito, ed entrambe le operazioni possono rivelarsi molto pericolose». Portare cibo e medicine sul sito non è semplice. Altra opzione ridurre il livello d'acqua nella grotta. Una corsa contro il tempo dato che sono previste più precipitazioni monsoniche.