EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Erdoğan vince ancora: e i turchi non sanno se disperarsi o festeggiare...

Erdoğan vince ancora: e i turchi non sanno se disperarsi o festeggiare...
Diritti d'autore REUTERS/Goran Tomasevic
Diritti d'autore REUTERS/Goran Tomasevic
Di Cristiano Tassinari
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Pareri discordanti, a Istanbul e in tutta la Turchia, sull'ennesima vittoria elettorale di Recep Tayyip Erdoğan giunto all'ultimo mandato di 5 anni. Nel nostro servizio, c'è di piange dalla disperazione e chi, invece, è soddisfatto dello spirito da "Grande Turchia" imposto da Erdoğan al paese.

Sempre fortissimamente Erdoğan

PUBBLICITÀ

I cittadini di Istanbul si sono svegliati lunedì mattina con un nuovo sistema di governo, ma con lo stesso capo di stato al timone: Recep TayyipErdoğan.

Il Presidente turco è stato proclamato vincitore delle elezioni in Turchia con la "maggioranza assoluta", il 52,5% dei voti.

Una sola parola di commento sul profilo Twitter di Erdoğan: "Continuiamo".

REUTERS/Umit Bektas
Erdogan festeggia la vittoria con la moglie Emina.REUTERS/Umit Bektas

L'opposizione si arrende

Muharrem Ince, il candidato del Partito popolare repubblicano (CHP), ha tenuto una conferenza stampa ad Ankara per ammettere la sua sconfitta, pur avendo ottenuto il 31% dei voti.

Ince ha ammesso la sconfitta, ma in una sfida elettorale che definisce "ingiusta" e mette in guardia contro le leggi imposte da un uomo solo, Erdoğan.

"Se ci fosse una situazione strana, se Erdoğanavesse preso il 50,1%, se avessero rubato 1000-2000 voti, saremmo scesi per le strade", ha commentato Muharrem Ince, "ma la situazione attuale invece è evidente, non possiamo fare altro che accettarla. sarebbe irrispettoso verso la democrazia, sarebbe irrispettoso verso la volontà della gente".

REUTERS/Umit Bektas
Muharrem Ince, leader dell'opposizione turca.REUTERS/Umit Bektas

Piangere o ridere?

Per le strade di Istanbul, i pareri dei cittadini sono discordanti: alcuni molto delusi dall'ennesima vittoria di Erdogan, mentre altri hanno descritto il suo successo come un trionfo per il paese.

Burcu, 25 anni, è scoppiata in lacrime mentre descriveva la sua frustrazione per l'esito delle elezioni.

Ma Yilmaz, che vende tradizionali bagel turchi, ha detto che questo è "questo è un buon risultato per il nostro paese".

"Sono molto turbata, davvero, davvero...come giovane donna", spiega, tra le lacrime, Burcu. "Ho solo 25 anni, questo è un paese molto bello, io voglio vivere in questo paese....ma da giovane...qui tutto è in pericolo".

Burca, un ragazza turca, piange al pensiero di altri 5 anni di Erdogan.

"Credo che questo sia un buon risultato per il nostro paese", commenta Ylmaz. "Come dice il nostro presidente, non bisogna fermarsi, serve continuare sulla strada intrapresa".

Per Ylmaz, la vittoria di Erdogan è un successo per tutta la Turchia.

L'ultimo mandato di Erdoğan

Lunedì mattina, il capo del Consiglio supremo delle elezioni ha dichiarato che erano stati contati finora il 97,7% dei voti.

Il consiglio elettorale turco annuncerà i risultati finali il 29 giugno. Ma è una semplice formalità.

Erdoğanresterà in carica come Presidente della Turchia per i prossimi 5 anni, fino al 2023.

Ma sarà il suo ultimo mandato.

REUTERS/Stoyan Nenov
Ad Ankara, sventola la bandiera turca. E riflette il volto di una sostenitrice dell'AKP.REUTERS/Stoyan Nenov

.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

In fuga dalle prigioni di Erdogan, parla un ex-ufficiale della NATO

Mitsotakis e Erdogan ad Ankara: continuano i colloqui per normalizzare i rapporti tra i Paesi

Turchia, incidente in funivia: un morto e sette feriti, passeggeri bloccati per circa un giorno