This content is not available in your region

Euronews on the road: tappa a Macerata

Access to the comments Commenti
Di Elena Cavallone
euronews_icons_loading
Euronews on the road: tappa a Macerata

Il nostro viaggio non poteva tralasciare Macerata, città rossa per tradizione, ma dove nelle ultime elezioni la Lega ha conquistato oltre il 20 per cento dei voti .

L’omicidio di Pamela Mastropietro a febbraio, per cui erano stati indagati due nigeriani e la sparatoria razzista di Luca Traini hanno esasperato il dibattito sull’accoglienza dei migranti. In piazza le opinioni al riguardo sono contrastanti:

“Io sono contro i clandestini, ma non contro quella povera gente che ha bisogno. Coloro che ad un certo momento vivono in Italia e fanno i furbi », spiega un automobilista. "Io ho votato Lega".

“Bisogna rispettare anche le vite degli altri e non subito giudicarli per il loro colore o perché dicono che vengono qua a non fare niente. Bisogna anche capire le loro problematiche », commenta un ragazzo.

Paolo Bernabucci è il presidente di Gruppo Umana Solidarietà, una ONG che aiuta i richiedenti asilo a integrarsi nella società.

Ci racconta che grazie ai loro programmi molti immigrati sono riusciti a trovare un lavoro presso delle imprese locali, ma che spesso l’ignoranza e la paura prevalgono tra le persone.

« La gente pensa che i migranti siano la causa della droga, di questo e di quello. Io dico che non è vero ma se vado in un bar non mi capiranno , perchè pensano che io stia dicendo delle stupidaggini, nonostante io abbia dati e loro solo percezioni », spiega.

Eppure proprio a Macerata la Lega ha un alleato insolito : è Paolo Diop, di origini senegalesi, responsabile immigrazione per il movimento sovranista nazionale. Ritiene che l’assistenzialismo dei Paesi occidentali incoraggi un’immigrazione economica irregolare che stravolge gli equilibri della società.

« Non possiamo accogliere indiscriminatamente. Aiutiamo chi possiamo ma naturalmente dobbiamo pensare anche agli italiani che in questo momento stanno passando un momento di crisi difficilissima. Naturalmente è anche una questione di tutela verso queste persone che vengono sfruttate dalla criminalità», racconta.

"Qui come nel resto d’Italia, davanti alle incertezze e alle difficoltà di un Paese che fa fatica a uscire dalla recessione economica, la Lega sembra aver saputo sfruttare gli spazi vuoti e le insoddisfazioni lasciate dalla sinistra", commenta l'inviata di Euronews Elena Cavallone.