EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Maradona? Allenerà una nazionale araba

Maradona? Allenerà una nazionale araba
Diritti d'autore Reuters/Christopher Pike
Diritti d'autore Reuters/Christopher Pike
Di Cristiano Tassinari
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Dopo le dimissioni negli Emirati Arabi, continua la discesa agli inferi della carriera da allenatore di Diego Armando Maradona: ma lui, il Pibe de Oro, non molla. E secondo il suo manager, presto diventerà il commissario tecnico di una nazionale araba.

Fuoriclasse, ma non della panchina

PUBBLICITÀ

La carriera da allenatore di Diego Armando Maradona, 58 anni il 30 ottobre, vent'anni dalla sua ultima partita, è stata finora molto deludente rispetto a quella da calciatore: ma lui, il Pibe de Oro, non molla.

Finora Maradona ha allenato il Deportivo Mandiyù e il Racing Avellaneda in Argentina, la nazionale argentina, l'Al-Wasl a Dubai e l'Al-Fujairah negli Emirati Arabi.

Quale nazionale araba?

Dopo essersi dimesso dalla guida dell'Al-Fujairah in seguito alla fallita promozione dalla serie B degli Emirati Arabi (1-1 nell'ultima giornata con il Khor Fakkar e terzo posto finale), Maradona è pronto ad una nuova avventura: secondo il suo manager, infatti, sarà presto il commissario tecnico di una nazionale araba.
Quale?
Impossibile prevederlo, per ora.
Alcune panchine importanti, infatti, sono già occupate: Alberto Zaccheroni selezionatore degli Emirati Arabi e lo spagnolo Juan Antonio Pizzi c.t. dell'Arabia Saudita.

Reuters/Christopher Pike
Maradona consola un suo giocatore al termine dell'utima partita di campionato.Reuters/Christopher Pike

Quella volta ai Mondiali...

Del resto, le cose migliori in panchina, Maradona le ha fatte proprio da c.t. dell'Argentina, disputando i mondiali del 2010 in Sudafrica, portando l'Albiceleste fino ai quarti di finale, poi battuta sonoramente (4-0) dalla Germania.

Medioriente, che passione!

Da qualche anno, Dieguito frequenta il Medioriente per business e per pallone e con la gloria che si porta dietro (e le buone amicizie, tipo Gianni Infantino presidente della Fifa), un buon posto di lavoro finisce sempre per trovarlo.

Lui, in fin dei conti, è sempre un mito.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Maradona, 20 anni fa l'ultima partita

Spagna: Luis Rubiales in libertà dopo il fermo della Guardia Civil appena atterrato a Madrid

Euro 2024: Georgia e Ucraina si qualificano, vittoria ai playoff per 2-1 sull'Islanda