Finanziamenti libici: Nicolas Sarkozy formalmente indagato

Finanziamenti libici: Nicolas Sarkozy formalmente indagato
Di Alberto De Filippis
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Finito il 2° giorno di interrogatorio di Nicolas Sarkozy, l'ex presidente francese è stato iscritto nel registro degli indagati e posto ''sotto controllo giudiziario'', una misura coercitiva simile alla libertà condizionata

PUBBLICITÀ

Formalmente indagato. E' quanto accaduto all'expresidente francese Nicolas Sarkozy dopo due giorni in stato di fermo. Gravi le accuse: corruzione, finanziamenti illeciti alla campagna elettorale e occultamento di fondi pubblici libici. Sarkozy sarebbe ora in libertà vigilata.

Si era presentato questo mercoledi' al giudice incaricato di indagare sul caso dei presunti finanziamenti alla campagna presidenziale del 2007. Era stato sottoposto a interrogatorio da parte dalla polizia dell’Ufficio centrale per la lotta alla corruzione e ai reati finanziari e fiscali (OCLCIFF) a Nanterre, vicino a Parigi, dove è tornato poco prima delle 8 di questo mercoledi'. Gli era stato concesso, dopo quasi 25 ore di interrogatorio ininterrotto, di passare la notte al suo domicilio prima di riprendere l'interrogatorio.

Anche il deputato ed ex ministro dell'interno dell'esecutivo Sarkozy, Brice Hortefeux, era stato ascoltato dagli inquirenti come persona informata dei fatti.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Sarkozy a processo: irregolarità in campagna elettorale nel 2012

Sarkozy si difende: "Vivo l'inferno della calunnia"

Parigi2024, gli investigatori perquisiscono gli uffici degli organizzatori delle Olimpiadi