ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Argentina: il Presidente Macri mette sotto accusa due ditte tedesche

Lettura in corso:

Argentina: il Presidente Macri mette sotto accusa due ditte tedesche

Argentina: il Presidente Macri mette sotto accusa due ditte tedesche
Dimensioni di testo Aa Aa

Per il sottomarino Ara San Juan le cui tracce, insieme a quelle dell'intero equipaggio, si sono perdute lo scorso 15 novembre presso le acque della Patagonia, sembra aprirsi una nuova svolta.

Il Presidente argentino Mauricio Macrì`````` ha richiesto l'apertura di una indagine parlamentare su due ditte tedesche i cui nomi non sono ancora stati resi noti. Le ditte avrebbero pagato delle tangenti per ottenere il contratto di fornitura del sottomarino Ara San Juan.

"Finch````````````````e non sapremo cosa è successo davvero e perche, non possiamo avventurarci nella ricerca dei responsabili", cosi Macri durante un briefing ai media presso il quartiere generale della Marina a Buenos Aires. Il materiale venduto, in particolare delle batterie sostituite in corsa, sarebbe inoltre di qualità scadente rispetto agli standard di sicurezza richiesti.

La presidente della Commissione Cornelia Schmidt-Liermann ha illustrato i primi passaggi della inchiesta: individuare la provenienza del materiale, le identità dei tecnici che sono intervenuti e infine il momento esatto in cui sarebbe avvenuta la riparazione in mare.

La Tv pubblica tedesca Bayerische Rundfunk riferisce intanto che il Ministero dell'interno del paese ha ricevuto da parte del Dipartimento degli Affari Esteri argentino richiesta ufficiale di informazioni sul caso. L'ultima posizione del sottomarino era stata individuata presso il Golfo di San Giorgio, dove la Marina giovedi scorso aveva registrato una forte esplosione. Le ricerche continuano, come aveva anche annunciato nei giorni scorsi il Ministero della Difesa Oscar Aguad, nonostante le operazioni di Search & Rescue ufficiali fossero terminate ufficialmente lo scorso 5 dicembre.