EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Boicottare le Olimpiadi? Il dubbio atletico dei russi. La risposta il 12 dicembre

Boicottare le Olimpiadi? Il dubbio atletico dei russi. La risposta il 12 dicembre
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

La decisione non è così semplice, perché gli atleti russi 'puliti', a livello individuale, potrebbero essere invitati ha detto il CIO

PUBBLICITÀ

Sulla partecipazione o meno degli atleti russi alle Olimpiadi invernali di PyeongChang, in Corea del Sud, il Comitato olimpico russo deciderà il 12 dicembre. L'esclusione della Russia passa male a Mosca, che valuta l'ipotesi del boicottaggio.

Risponde il presidente del CIOThomas Bach:

"Un boicottaggio olimpico non è mai servito a nulla. E poi non ce n'è ragione, perché gli atleti russi puliti potranno partecipare."

Conseguenza del cosiddetto 'doping di stato', che sarebbe andato avanti per anni dietro le quinte, la Russia, in quanto nazione a non potrà essere rappresentata con bandiere e inno, malggrado l''affronto', il presidente del Comitato olimpico russo Alexander Zhukov esita:  

"La decisione, devo dire che è piuttosto difficile da prendere , ci sono aspetti positivi e negativi. Di positivo c'è che certi atleti russi potrebbero partecipare, sia in sport individuali che di squadra. Questa è la prima cosa, la seconda è che il gruppo, se dovesse partecipare, verrebbe chiamato: la squadra degli sportivi russi."

Da qui il dubbio atletico, perché,  in caso di non boicottaggio, la Russia non scomparirebbe del tutto dai radar dei Giochi olimpici invernali del duemiladiciotto. Gli sportivi potrebbero farsi valere e dunque salvare l'onore della nazione.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Pyeongchang 2018: Olimpiadi al gelo

Olimpiadi di Parigi, allestito il più grande campo militare per garantire la sicurezza

Francia, le Olimpiadi (e i prezzi alle stelle) fanno scappare i turisti da Parigi