EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Usa ritira metà del personale diplomatico da Cuba per presunti attacchi

Usa ritira metà del personale diplomatico da Cuba per presunti attacchi
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Rientrano i dipendenti non indispensabili dell'ambasciata Usa all'Avana. Sospeso il rilascio dei visti.

PUBBLICITÀ

Gli Stati Uniti sospendono l’emissione dei visti per i cubani all’ambasciata dell’Avana. Il motivo sono i presunti attacchi contro diplomatici statunitensi nella capitale cubana che hanno spinto il Dipartimento di Stato a ritirare circà la metà del suo personale, quello non indispensabile.

Gli Stati Uniti non accusano direttamente il governo cubano, ma chiedono a Raul Castro di prendere tutte le misure necessarie per impedire attacchi come quelli che avrebbero provocato danni all’udito, problemi di equilibrio e di sonno a una ventina di dipendenti dell’ambasciata.

Sconsigliati agli statunitensi i viaggi a Cuba e limitati quelli dei responsabili governativi. Gli Stati Uniti “mantengono le relazioni diplomatiche con Cuba” ha comunque garantito il segretario di Stato Rex Tillerson.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cuba, in centinaia in fila per salire a bordo della fregata russa in visita a L'Avana

Russia, a Cuba sottomarino nucleare e navi: prova di forza di Putin per aiuti Usa all'Ucraina

Giovani cubani mandati a morire in Ucraina