Venezuela: Maduro chiederà a Interpol l'arresto dell'ex-Procuratrice Dìaz

Venezuela: Maduro chiederà a Interpol l'arresto dell'ex-Procuratrice Dìaz
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied
PUBBLICITÀ

Il Venezuela chiederà all’Interpol l’arresto dell’ex-Procuratrice Generale Luisa Ortega Dìaz e di suo marito, ex-deputato chavista passato all’opposizione, Germán Ferrer. Lo ha annunciato il Presidente Nicolas Maduro. Dìaz ha lasciato il Venezuela venerdì scorso alla volta del Brasile dove, dopo una tappa in Colombia, è pronta a rilasciare informazioni cruciali sulla corruzione in seno al potere chavista.

“Il Presidente Santos si è convertito in protettore di questa rete di estorsioni” ha detto Nicolas Maduro in conferenza stampa dal Palazzo di Miraflores. “E ora apprendo che il governo brasiliano, il governo golpista brasiliano accoglie questi fuggitivi della fiustizia venezuelana, la Procuratrice Federale e suo marito, capo della rete criminale della Procura”.

Maduro, che a partire dallo scorso aprile ha represso con pugno di ferro le proteste contro il suo governo, proteste costate la vita a oltre 120 persone, accusa Dìaz e Ferrer di aver costituito una rete che assicurava impunità a imprenditori corrotti. La Colombia di Juan Manuel Santos si è detta pronta a concedere l’asilo politico a Dìaz se l’ex-procuratrice lo richiederà.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Venezuela, mandato d'arresto per il leader dell'opposizione Juan Guaidó

Ballano i diavoli in Venezuela

Tensione tra Venezuela e Guyana per l'Esequiba: Maduro invia seimila soldati nei Caraibi