Turchia: attentato in commissariato, presunto jihadista accoltella poliziotto

Turchia: attentato in commissariato, presunto jihadista accoltella poliziotto
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L'uomo era stato arrestato perché sospettato di preparare un attacco kamikaze per conto dell'Isil. Portato alla stazione di polizia ha ucciso l'agente che lo accompagnava

PUBBLICITÀ

Era in stato d’arresto come presunto jihadista dell’Isis quando ha tirato fuori un coltello e ferito il poliziotto che lo aveva condotto in commissarriato. L’agente non ce l’ha fatta, è morto quasi subito in ospedale. Il presunto terrorista anche è morto, freddato all’istante dai colleghi della sua vittima.
Tutto è avvenuto a Istanbul, domenica sera, nel parcheggio di un commissariato di polizia. L’agente morto si chiamava Sinan Acar. Il terrorista era stato arrestato perché sospettato di preparare un attentato kamikaze per conto del sedicente stato islamico; evidentemente votato alla morte ha attaccato il poliziotto davanti agli occhi dei suoi colleghi.
I media locali si chiedono come fosse possibile che l’uomo in stato di fermo tenesse ancora addosso un coltello.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Turchia, attacco terroristico al tribunale di Istanbul: tre morti e sei feriti

Terremoto in Turchia, 700mila ancora senza casa

Turchia: due militanti pro-Gaza prendono ostaggi in una fabbrica del gruppo Procter & Gamble