EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Messico: protestano i giornalisti contro la strage per mano dei narcos

Messico: protestano i giornalisti contro la strage per mano dei narcos
Diritti d'autore 
Di Cinzia Rizzi
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied
PUBBLICITÀ

Giornalisti messicani in piazza contro la violenza dei narcos. Gli operatori dell’informazione – spesso bersaglio dei cartelli – si sono riuniti davanti alla procura generale di Città del Messico per denunciare una strage silenziosa. Nel Paese centroamericano dal 2000 ad oggi sono stati giustiziati infatti oltre 120 cronisti.

“In questo Paese sembra non ci sia giustizia, sembra non ci siano istituzioni che difendono i giornalisti, che dicono la verità o che denunciano un atto illegale”, ha spiegato , Alfredo Rojas, attivista per i diritti umani. “Neanche per un attivista che affronta il crimine organizzato, che affronta un’organizzazione per la tratta di esseri umani”.

Solo lo scorso 15 maggio Javier Valdez Cardenas, un noto giornalista messicano, è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco nella città di Culiacan, da membri del cartello di Sinaloa.

On May 15th, assassins murdered Javier Valdez. He was one of at least four Mexican journalists killed this year https://t.co/BvfrqNelpV

— The Economist (@TheEconomist) 23 maggio 2017

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Trump colpevole per i pagamenti a Stormy Daniels: prima condanna a un ex presidente, pena a luglio

Austria, la criminalità a Vienna potrebbe avere un impatto sulle elezioni europee

Serbia, investono una bambina di due anni e nascondono il corpo: arrestati due uomini