EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Francia: Marine Le Pen lascia temporaneamente la guida del Front National

Francia: Marine Le Pen lascia temporaneamente la guida del Front National
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Marine Le Pen riparte all’offensiva contro Emmanuel Macron in vista del ballottaggio del 7 maggio.

PUBBLICITÀ

Marine Le Pen riparte all’offensiva contro Emmanuel Macron in vista del ballottaggio del 7 maggio.

Le Pen, che ha raccolto il 21,3% dei voti domenica, ha definito il progetto dell’avversario di “enorme violenza sociale, economica e migratoria” e si è di nuovo definita “candidata del popolo”.

La candidata di estrema destra ha annunciato di aver temporaneamente lasciato la guida del Front National: “Ho sempre pensato che il presidente della Repubblica sia il presidente di tutti i francesi e che debba riunire tutti i francesi. È per questa ragione che mi è sembrato indispensabile mettermi in congedo dalla presidenza del Front National. Stasera non sono più la presidente del Front National, sono la candidata alle presidenziali”.

Come nel 2002 quando al ballottaggio si qualificò il padre Jean-Marie Le Pen, mobilitazioni di piazza esortano a sbarrare la strada al Front National fra meno di due settimane. Lunedì almeno 200 persone si sono riunite a Place de la Republique a Parigi per dire no al “partito dell’odio”

#Présidentielle2017 Manifestation contre le FN place de la République à Paris à l'appel de plusieurs associations https://t.co/rW0NSrGfme

— franceinfo (@franceinfo) 24 avril 2017

“Je suis mon père “ les tracts des jeunes socialistes contre Marine Le Pen place de la République pic.twitter.com/oh9wtCzNoa

— Sibylle Laurent (@SibylleLaurent) 24 avril 2017

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni in Francia, lo scenario di un governo di minoranza del Rassemblement National

Francia, Bardella: l'Ucraina deve difendersi ma non invieremo i soldati francesi a combattere

Condanna a sei mesi di carcere per l'ex presidente francese Nicolas Sarkozy per il caso "Bygmalion"