EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Colombia, la corsa contro il tempo dei soccorritori

Colombia, la corsa contro il tempo dei soccorritori
Diritti d'autore 
Di Luca Colantoni
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Sono oltre 250 i morti procati dalla frana di Mocoa e 200 i dispersi. Il Papa: "Addolorato e vicino a chi ha perso tutto"

PUBBLICITÀ

È salito a 254 il bilancio delle vittime provocate dalla frana che ha travolto la cittadina di Mocoa e causata dall’esondazione di diversi fiumi nella zona sud ovest della Colombia, vicino al confine con l’Ecuador. L’esercito ha reso anche noto che i feriti sono circa 400 e sul posto sono impegnati 1100 militari per prestare soccorso. Centinaia anche gli sfollati che stanno cercando di recuperare quel poco che rimane nelle loro case distrutte. “Sono riuscita a portare via di casa i miei due bambini – dice una sopravvissuta – e poi abbiamo perso tutto. Sono rimaste solo rocce e sabbia”. Ma ancora: “Nessuno mi ha dato notizie – spiega un altro scampato al disastro – nessuno dalla mia casa o della mia famiglia. Mi rimetto alla volontà di Dio. Non ho più nulla. Non ho da mangiare, un posto dove dormire. Questi vestiti mi sono stati regalati”.

I TWEET DEL PRESIDENTE SANTOS CHE SEGUE IN PRIMA PERSONA I SOCCORSI

Aeronaves de FuerzaAereaCol</a> incrementan las misiones de apoyo al Putumayo. Prioridad: traslado de heridos y socorristas <a href="https://twitter.com/hashtag/MocoaSomosTodos?src=hash">#MocoaSomosTodos</a> <a href="https://t.co/r3COf35oOZ">pic.twitter.com/r3COf35oOZ</a></p>&mdash; Juan Manuel Santos (JuanManSantos) 2 aprile 2017

Alla disperazione di chi è sopravvissuto alla tragedia si aggiunge quella di chi sta cercando un parente. Sempre secondo l’Esercito sono al momento 200 i dispersi. Il Presidente colombiano Santos ha già dichiarato lo stato di calamità naturale ed è iniziata la catena degli aiuti da tutto il mondo. Durante l’Angelus anche il Papa si è detto profondamente addolorato assicurando la sua vicinanza alla Colombia e a chi ha perso tutto.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

L'uragano Beryl verso il Messico: devastate la Giamaica e altre isole dei Caraibi

Papua Nuova Guinea, si temono una seconda frana e le epidemie

Frana in Papua Nuova Guinea, si cercano superstiti: almeno 670 morti e duemila sepolti dalle macerie