Israele, 18 mesi di carcere a soldato che uccise a sangue freddo un palestinese

Israele, 18 mesi di carcere a soldato che uccise a sangue freddo un palestinese
Di Luca Colantoni
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Elor Azaria accusato di omicidio colposo e grave infrazione della disciplina militare

PUBBLICITÀ

Un anno e mezzo di carcere militare. Questa è la pena a cui è stato condannato il soldato israeliano Elor Azaria che nel marzo del 2016 sparo’ ad Hebron ad un assalitore palestinese, Abdel Fath Sharif, già ferito da altri soldati dopo aver compiuto un attentato e a terra. La pena è stata pronunciata dal Tribunale militare di Tel Aviv in base alla condanna delle settimane scorse per omicidio colposo. La pubblica accusa aveva chiesto dai tre ai cinque anni. La vicenda ha suscitato dibattito politico molto vibrante in Israele tra chi si è schierato contro il militare per la grave infrazione della disciplina militare e quelli che, invece, chiedevano un atto di clemenza dei vertici militari in quanto l’episodio sarebbe avvenuto in piena “Intifada dei coltelli”

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Israele, soldato condannato: in gioco l'onore dell'esercito

Israele: fine settimana di proteste contro Netanyahu, chieste nuove elezioni

Gaza, 21 soldati israeliani uccisi in un'esplosione a Maghazi