L'ONU denuncia la puliza etnica contro i Rohingya del Myanmar

L'ONU denuncia la puliza etnica contro i Rohingya del Myanmar
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La minoranza musulmana della ex Birmania ringrazia

PUBBLICITÀ

I Rohingyas salutano il rapporto dell’Onu che riconosce le atrocità di cui è vittima questa minoranza musulmana in Myanmar. Il rapporto ipotizza un’operazione di pulizia etnica contro i Rohingya, con diverse centinaia di morti in meno di quattro mesi. Le Nazioni unite esortano il paese del Sud-est asiatico a cessare la politica di terrore. Il governo della ex Birmania ha promesso di condurre un’inchiesta.

Mohammad Younus , un rifugiato rohingya:

Dopo tanto tempo l’Onu conferma al mondo che siamo davvero perseguitati e dunque ringraziamo le Nazioni unite, speriamo che con il loro patrocinio le nostre preghiere verranno esaudite e i nostri problemi verrano risolti al più presto.

I Rohingya vivono nella regione birmana di Rakhin, molti sono scappati in Bangladesh. Paesi vicini, come la Malaysia, fanno pervenire aiuti, una nave è appena partita da Port Klang.

L’ultima campagna contro i Rohingya nasce dalle accuse di coinvolgimento negli attacchi ai posti di frontiera dell’ottobre scorso.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Serbia, investono una bambina di due anni e nascondono il corpo: arrestati due uomini

Omicidio Don Peppe Diana: il ricordo di Casal di Principe a 30 anni dalla morte

Omicidio sul set di Rust: condannata l'armaiola, attesa per il processo ad Alec Baldwin