EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Cuba: fra rimpianto per la mosrte di Fidel e paura del futuro

Cuba: fra rimpianto per la mosrte di Fidel e paura del futuro
Diritti d'autore 
Di Alberto De Filippis
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L'isola caribica celebra il "comandnante", ma teme un futuro a cui non sembra preparata

PUBBLICITÀ

L’ultimo esempio di propaganda di Fidel Castro va in scena sull’isola caribica dove stanno viaggiando le ceneri dell’ex presidente defunto.

Fidel aveva voluto essere subito cremato. Il governo ha sancito 9 giorni di lutto nazionale e per evitare qualsiasi critica è stata intensificata la censura. Giornalisti stranieri scomodi giunti per coprire gli eventi sono stati respinti e rispediti a casa senza tanti complimenti.

Ma gli attivisti del regime mostrano una fede indefettibile nel leader scomparso: “Fidel non morirà mai. I suoi ideali continueranno per sempre a vivere nei cubani. Fidel sarà per sempre nella sua città dove arrivò con Che Guevara quando entrambi hanno cercato di liberare altre persone”.

“Fidel sarà per sempre il nostro comandante, Vuol dire libertà, amore per il genere umano, per i poveri, gli indifesi, per quei paesi che non hanno nulla”.

Adesso però, senza il suo padre-padrone, l’isola deve decidere cosa fare e il futuro, dopo sei decadi di socialismo caribico, a molti fa paura, perché Cuba a quel futuro non sembra preparata.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Le ceneri di Castro

Giovani cubani mandati a morire in Ucraina

Turbolenza volo Londra-Singapore, un morto e decine di feriti: Boeing colpito da fenomeno noto come Cat