EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Mogherini ad Ankara: "L'Unione Europea continuerà a lavorare con la Turchia"

Mogherini ad Ankara: "L'Unione Europea continuerà a lavorare con la Turchia"
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Prosegue il difficile cammino dell’Europa nei suoi rapporti con la Turchia.

PUBBLICITÀ

Prosegue il difficile cammino dell’Europa nei suoi rapporti con la Turchia. Invita a un dialogo franco l’Alto rappresentante dell’Unione Europea che ha incontrato ad Ankara esponenti del governo turco. Si tratta della prima visita di Federica Mogherini dopo il fallito golpe del 15 luglio scorso. Sul tavolo temi chiavi: dai migranti alla Siria.

In #Turkey, meeting my friend jensstoltenberg</a> as we are both visiting Ankara <a href="https://t.co/hu3K7ALFsF">pic.twitter.com/hu3K7ALFsF</a></p>&mdash; Federica Mogherini (FedericaMog) 8 settembre 2016

“Il nostro lavoro andrà avanti in tutti i campi in maniera costruttiva, dalla liberallizzazione dei visti all’unione doganale. Sosterremmo la Turchia nel suo sforzo di accogliere un alto numero di rifugiati siriani, concentrandoci in particolare sull’educazione dei bambini”, ha detto la Mogherini.

Per Ankara i conti non tornano. Bruxelles deve ancora trasferire i miliardi di euro pattuiti nell’accordo firmato per fermare il flusso dei migranti.

“Il processo di consegna dei sei miliardi di euro promessi dall’Unione Europea deve essere accelerato. Ci deve essere chiaramente trasparenza sul modo in cui questi soldi saranno spesi, ma in un periodo straordinario come quello che viviamo bisogna procedere piu velocemente. Dobbiamo fornire piu aiuto alle persone che si trovano in queste difficili condizioni”, ha spiegato il ministro degli Esteri turco, Mevlut Cavusoglu.

Le divergenze, dunque, restano. Anche sulla crisi siriana, dopo che l’esercito di Ankara ha varcato il 24 agosto la frontiera. Da una parte ci sono i raid aerei dell’aviazione turca contro l’Isil e i militanti curdi che non hanno risparmiato civili, dall’altra il monito della Mogherini a trovare una soluzione pacifica.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Mitsotakis e Erdogan ad Ankara: continuano i colloqui per normalizzare i rapporti tra i Paesi

Elezioni europee, Procaccini: "Obiettivo per Ecr è fermare l'immigrazione illegale"

Europee, ultimo sondaggio prima del voto: il Parlamento vira a destra, ma la maggioranza è incerta