Siria: Erdogan "non permetteremo corridoio del terrore ai confini turchi"

Siria: Erdogan "non permetteremo corridoio del terrore ai confini turchi"
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

“La Turchia non permetterà che i curdi costituiscano un ‘corridoio del terrore’ al nostro confine sud”.

PUBBLICITÀ

“La Turchia non permetterà che i curdi costituiscano un ‘corridoio del terrore’ al nostro confine sud”. Parola di Recep Tayyip Erdogan. Il Presidente turco critica gli Stati Uniti, negando che i curdi si siano ritirati a est del fiume Eufrate, condizione imprescindibile per un accordo.

“Gli Stati Uniti dicono che i combattenti curdi si sono ritirati ad est del fiume Eufrate. No, non l’hanno fatto – ha detto Erdogan – Non crederemo a questa storia solo perché lo dice qualcuno negli Stati Uniti o altrove”.

Da più di una settimana le forze turche martellano i combattenti curdi e quelli dell’Isil nell’ambito dell’operazione “Scudo dell’Eufrate”. L’artiglieria ha colpito 262 obiettivi, strappando ai combattenti jihadisti 35 villaggi nella zona di Jarablus.

Se gli equilibri nel Nord della Siria sono ancora incerti, nei pressi di Damasco il regime di Assad procede agli sgomberi forzati, una strategia criticata dalle Nazioni Unite. Dopo Daraya, oltre 300 siriani sono stati evacuati da Moadimayet Al-Sham, in base a un accordo tra ribelli ed esercito.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

"Turchi ingrati", così i sostenitori di Erdoğan dopo la sconfitta a Istanbul e Ankara

Turchia: elezioni amministrative al via, un morto e 12 feriti in Kurdistan

Turchia: due militanti pro-Gaza prendono ostaggi in una fabbrica del gruppo Procter & Gamble