Il marò Salvatore Girone potrà lasciare l'India

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Il marò Salvatore Girone potrà lasciare l'India

Anche il secondo marò potrà tornare in Italia. Salvatore Girone, che a New Delhi è accusato, assieme a Massimiliano Latorre, di aver ucciso due pescatori nel 2012, potrà attendere in patria la sentenza della Corte dell’Aja, alla quale l’Italia si è rivolta dopo un lungo braccio di ferro con l’India sulla competenza a giudicare gli imputati. Lo ha stabilito lo stesso Tribunale internazionale.

Soddisfatto il ministro degli esteri italiano. “Il giudice internazionale ci ha dato ragione una prima e una seconda volta” ha dichiarato Paolo Gentiloni “e io sono convinto che quando si entrerà nel merito ci darà di nuovo ragione. Alla fine, le ragioni di Girone e Latorre, le ragioni dell’Italia, prevarranno. Ci vorrà un po’ di tempo, ma prevarranno”.

Permangono incertezze sulle modalità del rientro di Girone, che dovrà essere concordato tra Italia e India e che potrebbe avvenire nel giro di qualche settimana, mentre per la sentenza dell’Aja sulla giurisdizione sul caso ci vorranno probabilmente due o tre anni.

L’altro marò è già in patria da tempo per motivi sanitari, dopo l’ictus subito nel 2014.