ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Attentati di Bruxelles, due ricercati

Attentati di Bruxelles, due ricercati
Dimensioni di testo Aa Aa

La polizia belga cerca due persone. Il primo è l’uomo che avrebbe accompagnato Khalid El Bekraoui nella metropolitana di Bruxelles il giorno dell’attentato.

La sua identità non è ancora conosciuta, mentre si chiarisce il legame a doppio filo fra il commando belga e quello degli attacchi di Parigi. Il kamikaze del metrò, per esempio, era già ricercato per aver affittato, sotto falso nome, un covo destinato a nascondere i terroristi in fuga dalla Francia.

chiodi ed esplosivo

L’altro ricercato in fuga è il terzo uomo dell’aeroporto, quello che spinge il carrello con la bomba più potente, che non è esplosa e che è stata poi fatta brillare dagli artificieri. Secondo una ricostruzione, avrebbe lasciato l’aeroporto tranquillamente, prima che a Zaventem si scatenasse l’inferno.

Perquisendo l’appartamento da cui i tre erano partiti per dirigersi allo scalo aereo, sono stati ritrovati 15 kg di esplosivo, 150 litri di acetone, dei detonatori e una valigia piena di chiodi e di viti, tutto materiale simile a quello presente negli ordigni esplosi a Bruxelles.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.