Merkel-Davutoglu: coinvolgere la Nato nel controllo delle rotte di migrazione

Merkel-Davutoglu: coinvolgere la Nato nel controllo delle rotte di migrazione
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Ad Ankara, Angela Merkel ha incontrato il premier turco Ahmet Davutoglu. La visita in Turchia della cancelliera tedesca, che incontra anche il

PUBBLICITÀ

Ad Ankara, Angela Merkel ha incontrato il premier turco Ahmet Davutoglu.

La visita in Turchia della cancelliera tedesca, che incontra anche il presidente Recep Tayyip Erdogan, verte sulla crisi migratoria e sull’emergenza profughi in Siria.

Al centro dei colloqui, l’attuazione dell’accordo di fine
novembre tra Bruxelles e Ankara per ridurre il flusso di
migranti diretti in Europa. L’Unione ha messo sul tavolo 3 miliardi di euro.

Proprio in questi giorni la Turchia affronta una nuova emergenza con circa 35 mila siriani ammassati alla frontiera in attesa di entrare dopo essere fuggiti dalla provincia settentrionale di Aleppo. E Davutoglu ha accusato la Russia di essere all’origine di questa nuova crisi, visti i bombardamenti proprio nella zona di Aleppo. Merkel ha risposto dicendosi scioccata dalle sofferenze che questi raid impongono ai civili.

Le due parti hanno detto di concordare nell’obiettivo di coinvolgere la Nato nel tentativo di frenare il flusso di rifugiati. potenziando il controllo e l’osservazione al confine fra Turchia e Siria e nel Mar Egeo.

Ankara ha spiegato di essere arrivata al limite massimo di accoglienza, con oltre 2,5 milioni di profughi, contando solo i siriani.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Turchia: la frontiera con la Siria resta chiusa, è emergenza umanitaria

Alessandra Mussolini aggredita a Strasburgo: insultata e picchiata con una stampella da un italiano

Proteste degli agricoltori a Bruxelles, trattori e roghi nel Quartiere europeo