EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Africa Eco Race, dominio del norvegese Ullevalseter

Africa Eco Race, dominio del norvegese Ullevalseter
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Africa Eco Race, decima tappa: tra le moto, prosegue incontrastato il dominio del norvegese Ullevalseter, il quale vince ancora una volta

PUBBLICITÀ

Africa Eco Race, decima tappa: tra le moto, prosegue incontrastato il dominio del norvegese Ullevalseter, il quale vince ancora una volta, sopravanzando il britannico Newland ed il portoghese De Jesus; quarto l’italiano Chiussi.

Nella graduatoria generale, è sempre il norvegese a sovrastare tutti, inseguito da Newland e dal francese Hamard.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)0; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = “//connect.facebook.net/it_IT/sdk.js#xfbml=1&version=v2.3”; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, ‘script’, ‘facebook-jssdk’));> Posted by Africa Eco Race on�Mercoledì 18 novembre 2015

Tra le auto, altro tris transalpino, con David Gerard vincitore di tappa, Guillaume Gomez secondo e Patrick Martin terzo.

A seguire, il kazako Shagirov, che mantiene la vetta della classifica provvisoria davanti ai francesi Thomasse e Sabatier.

Per chiudere, nella categoria camion, consolida il primato in graduatoria il russo Shibalov, nella circostanza secondo dietro il ceco Tomecek, già 3 volte campione.

La profondità delle dune sahariane ha comunque causato problemi a molti concorrenti, costretti a chiedere aiuto per venire fuori dalla sabbia.

Il programma prevede ora un’undicesima tappa che dovrebbe rivelarsi relativamente tranquilla, prima del gran finale in Senegal, con un percorso a metà tra sabbia ed asfalto.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La Ferrari trionfa a Singapore con Sainz

Ott Tanak vince il Rally di Finlandia

Wimbledon: la tennista tunisina Ons Jabeur ha già fatto la storia