ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Siria, Idlib conquistata dai ribelli. Ma non c'entra l'Isil

Siria, Idlib conquistata dai ribelli. Ma non c'entra l'Isil
Dimensioni di testo Aa Aa

La città siriana di Idlib è in mano alla coalizione ribelle “Armata Fattah”. Un video postato su youtube mostra l’accanimento dei combattenti sulla statua di Hafed al-Assad, padre dell’attuale presidente Bashar.

La coalizione include al-Nusra, vicina ad al Qaeda, e numerosi altri gruppi che si oppongono al regime di Damasco: Jund al-Aqsa, Jaish al-Sunna, Liwa al-Haqq, Ajnad al-Sham e Faynad al-Sham.

A Idlib si trova circa un milione di persone, tra residenti e profughi provenienti da altre regioni dove si combatte.

Si trova nelle vicinanze della strategica autostrada che collega Damasco ad Aleppo e alla provincia di Latakia, sulla costa, roccaforte di Bashar al-Assad.

È a soli 25 chilometri, inoltre, dal confine con la Turchia. È il secondo capoluogo di provincia abbandonato dalle forze lealiste dopo Raqqa, dove invece a governare è l’Isil, organizzazione rivale dell’ Armata Fattah.

I media fedeli al regime affermano che le forze lealiste non hanno abbandonato la zona, ma si sono schierate a sud della città per organizzare una nuova offensiva volta a riconquistarla. E sostengono che sono stati già uccisi centinaia di ribelli.