EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Hollande a Manila prepara il Cop 21 sul riscaldamento globale

Hollande a Manila prepara il Cop 21 sul riscaldamento globale
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Il presidente Francois Hollande è arrivato a Manila, nelle Filippine, per mobilitare la comunità internazionale sulle questioni climatiche in vista

PUBBLICITÀ

Il presidente Francois Hollande è arrivato a Manila, nelle Filippine, per mobilitare la comunità internazionale sulle questioni climatiche in vista della conferenza internazionale sul clima che si terrà a Parigi in dicembre.

In questo quadro il ministro francese dell’Ambiente Royal e il suo omolog filippino hanno firmato un protocollo.

“Se il pianeta continua a riscaldarsi nei prossimi decenni, questo ci porterà alla guerra. Non vedremo solo il disastro, ma ciò porterà alla guerra, e a nuovi disastri”.

Hollande ha auspicato che a Parigi si possa raggiungere un accordo “ambizioso, equo e universale”.

Il tono allarmato delle parole del presidente francese ha trovato una eco nell’intervente del presidente filippino, Benigno Aquino.

“Non dobbiamo solo mettere fine agli effetti del riscaldamento globale ma dobbiamo lavorare sulle cause. Noi, come paese in via di sviluppo, apprezziamo l’iniziativa di paesi come la Francia, che si distingue per la partnership globale su questo argomento”.

Anche l’attrice Marion Cotillard nella folta delegazione che ha accompagnato il presidente francese.

Sul tema del cambio climatico le Filippine restano tra gli stati più esposti e colpiti, anche a causa dei sempre più frequenti tifoni che spazzano il paese, e che secondo molti scenzianti sarebbero direttamente collegati con il riscaldamento globale.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Summit sull'energia nucleare a Bruxelles: i pro e i contro per la crisi climatica

Attentato a Charlie Hebdo, la commemorazione nove anni dopo

La sicurezza alimentare nel mondo: il premier britannico Sunak punta sulla tecnologia