Blitz della polizia azera a Radio Liberty. Bavaglio alla voce "contro" della Guerra Fredda

Blitz della polizia azera a Radio Liberty. Bavaglio alla voce "contro" della Guerra Fredda
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

La polizia azera ha fatto irruzione nei locali di Radio Free Europe, Radio Liberty e chiuso la storica emittente, attiva dai tempi della Guerra

PUBBLICITÀ

La polizia azera ha fatto irruzione nei locali di Radio Free Europe, Radio Liberty e chiuso la storica emittente, attiva dai tempi della Guerra Fredda, grazie a fondi statunitensi. Facendo eco a motivazioni in passato già usate da Mosca, le autorità hanno parlato di applicazione delle leggi che vietano il finanziamento dalle ONG dall’estero.

All’indomani del raid delle forze dell’ordine, l’emittente denuncia su Twitter una “persecuzione” dei giornalisti.

A day after an office raid, the harassment of RFE/RL journalists continues in Azerbaijan. http://t.co/W1rzoZxYUm

— RFE/RL (@RFERL) 27 Dicembre 2014

Inquietudine anche da Washington, dove a parlare è tuttavia un alto funzionario del Dipartimento di Stato americano, che ha voluto mantenere l’anonimato.

State Dept. official says U.S. 'concerned' by raid on RFE/RL's Baku bureau http://t.co/Ev35PkOaTlpic.twitter.com/6OuFrqe6le

— RFE/RL (@RFERL) 26 Dicembre 2014

La radio era considerata un baluardo di informazione indipendente, in un panorama mediatico sempre più strettamente controllato.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Intensi bombardamenti sulla Striscia di Gaza, Israele: "Espansione delle operazioni di terra"

Nokia licenzia 11.000 dipendenti, in un contesto di rallentamento globale delle telecomunicazioni

Tensioni mediatiche in Kosovo: tra il caso Telekom Serbia e la tv che critica il governo