ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Al film polacco "Ida" l'oscar del cinema europeo

Access to the comments Commenti
Al film polacco "Ida" l'oscar del cinema europeo
Dimensioni di testo Aa Aa

È il film drammatico polacco “Ida” il vincitore degli European Awards a Riga. Una pellicola in bianco e nero che è riuscita a imporsi su avversari come Nimphomaniac di Lars von Trier.

Si sviluppa nella Polonia degli anni 60. È la storia di una novizia che poco prima di entrare in convento scopre di essere ebrea e di chiamarsi Ida. Si mette in viaggio in Polonia per scoprire la storia segreta della propria famiglia.

Ida porta a casa cinque statuette, fra cui fotografia, regia e miglior sceneggiatura. Dice il regista Pavel Pavlikowski: “Sono contento, non mi aspettavo cinque premi. Questo non è un film facile: in bianco e nero, con camera fissa, e attori sconosciuti fuori dalla Polonia. Ma è fantastico che un film del genere abbia avuto questo risultato”.

L’italiano Pif con il suo “La mafia uccide solo d’estate” si aggiudica la categoria European Comedy. Il britannico Timothy Spall è migliore attore per il ruolo di mister Turner.

Dice della collaborazione con il regista Mike Leigh: “È una grossa sfida, ma in senso buono. Perché Mike pretende che l’attore contribuisca a formare il personaggio.”

Così la nostra corrispondente: “Oltre a registi e attori delle opere in concorso qui in Lettonia c’erano anche due ospiti d’onore: erano la francese Agnes Varda e il britannico Steve McQueen entrambi omaggiati con un premio alla carriera per quanto hanno saputo dare al mondo del cinema.”

140