Israele, voto anticipato il 17 marzo prossimo

Israele, voto anticipato il 17 marzo prossimo
Diritti d'autore 
Di Euronews Agenzie:  Ansa, Reuters, Efe, Ap
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Si voterà il 17 marzo prossimo, in Israele per l’elezione anticpata del parlamento. Lo hanno deciso i rappresentanti dei principali gruppi politici

PUBBLICITÀ

Si voterà il 17 marzo prossimo, in Israele per l’elezione anticpata del parlamento. Lo hanno deciso i rappresentanti dei principali gruppi politici della Knesset, al termine di una consultazione.

Alla crisi si è giunti dopo che il primo ministro Netanyahu ha rimosso dal governo i ministri centristi della Giustizia e delle Finanze, Livni e Lapid, con i quali erano emerse profonde differenze sui principali dossier.

Il ricorso alle elezioni anticipate non entusiasma tutti gli elettori.
“Non va bene, sono soldi sprecati. Certo sarà utile per Netanyahu, che potrà avere un governo più forte, più a destra e più religioso”, spiega un abitante di Efrat.

Eppure il clima per il premier è favorevole.

“Per me la cosa migliore è avere Netanyahu, Libermann e Bennett insieme. Loro sono tre grandi statisti”.

Secondo alcuni sondaggi, il voto anticipato dovrebbe confermare il Likud del primo ministro come partito di maggioranza relativa, il che dovrebbe garantire a Netanyahu un quarto mandato.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

75 anni di Israele: ancora proteste contro la riforma della giustizia voluta da Netanyahu

Irlanda, migranti: richiedi asilo e finisci in tenda, "condizioni disumane" secondo l'opposizione

Il Portogallo vira a destra, tra Alleanza Democratica e Socialisti spunta Chega