Ferguson, schiaffo alla democrazia degli Stati Uniti

Ferguson, schiaffo alla democrazia degli Stati Uniti
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
PUBBLICITÀ

Martedì scorso negli Stati Uniti sono riesplose le divisioni razziali. La decisione del Grand Giurì di non incriminare un poliziotto bianco per l’uccisione di un adolescente nero disarmato ha scatenato un dibattito nazionale sui rapporti tra le comunità nere e le forze dell’ordine. Ecco l’approfondimento proposto da France 2.

Alcuni commentatori russi mettono a confronto i disordini di Ferguson con le proteste di Maidan a Kiev che hanno rovesciato il presidente ucraino. Per la televisione di Stato RTR la situazione è “fuori controllo: uno schiaffo in faccia alla democrazia degli Stati Uniti”.

Sono sereno e con la coscienza pulita. Questi i pensieri di Darren Wilson, l’agente di polizia Ferguson che ha ucciso Michael Brown. Parlando per la prima volta in televisione, Wilson ha spiegato la sua versione dei fatti. Il servizio di Rai 1.

Nel giorno del Ringraziamento sembra tornare la calma per le strade di Ferguson e non solo. Le celebrazioni sono state segnate meteorologicamente da neve e pioggia, ma soprattutto dalle tensioni in un paese che si riscopre diviso dal colore della pelle. Il reportage della spagnola TVE.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Usa, un agente di polizia e un vicesceriffo muoiono in una sparatoria nello Stato di New York

New York, avvertito terremoto magnitudo 4,8 con epicentro in New Jersey, chiusi gli aeroporti

Usa, dimesso con successo il primo paziente a cui è stato trapiantato un rene di maiale