Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Andrea Bocelli, artista appassionato

Andrea Bocelli, artista appassionato
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Un tenore famoso come una rock star, un timbro di voce inconfondibile, un artista che si è esibito per i più grandi della Terra: Andrea Bocelli è il cantante lirico che ha venduto più di chiunque altro nella storia della musica classica.

L’abbiamo incontrato di recente a Lucca, dove la sua breve ma intensa esibizione ha inaugurato i lavori di un congresso dell’Unesco.

Ma Bocelli non è solo un versatile cantante d’opera e una pop star di primo piano, è anche un uomo seriamente impegnato nel sociale: nel 2011 ha creato la sua Fondazione. Molteplici gli obiettivi: “La lotta contro la povertà in primis, ci dice, e poi dei progetti a tema che mirano a migliorare la qualità della vita di quanti tra noi sono meno fortunati. Nello specifico, abbiamo finanziato un progetto presso il MIT di Boston con la speranza di riuscire a realizzare uno strumento che risolva definitivamente i problemi motori dei non vedenti.”

Spesso in giro per il mondo, Andrea è tutt’altro che un esterofilo: “Sono estremamente legato alla mia terra, alle mie radici, alla lingua, gli amici, all’Italia in generale, quindi quando sono fuori mi manca tutto.”

Artista sensibile e intelligente, Bocelli è uomo colto: “Catone Uticense diceva: ‘guai a far ascoltare la musica, o insegnare a leggere ai soldati perché disimparerebbero l’arte della guerra’ – questo la dice lunga sulla capacità dell’arte e la cultura in generale di trasformare la nostra società in una società meno violenta e più profonda.”

A chi gli rimprovera scelte non sempre in linea con quelle di un cantante lirico puro, Bocelli risponde: “Il mio maestro e grande ispiratore, Franco Corelli, diceva sempre quando gli chiedevano se ritenesse di essere considerato un tenore drammatico-lirico, o lirico-spinto, tutte definizioni un po’ retorico-accademiche, lui diceva: ‘mi piace essere considerato una voce’.”

Modestia, discrezione, essenzialità restano la cifra di questo artista fuori dai canoni. “Per me la cosa fondamentale è fare del mio meglio per lasciare ai miei figli un esempio di uomo di buona volontà, e la mia battaglia è di essere ogni giorno sempre meno attaccato alle cose effimere, che non hanno valore e si lasciano qua.”

Se desiderate saperne di più sulla Fondazione Andrea Bocelli, cliccate sul seguente link: http://www.andreabocellifoundation.org