This content is not available in your region

Il divario retributivo di genere nell'Unione europea in cifre

Di Euronews
euronews_icons_loading
Il divario retributivo di genere nell'Unione europea in cifre
Diritti d'autore  euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Disuguaglianza di genere nel mondo lavorativo, divario retributivo di genere, divario pensionistico. Nel 2021, ancora, le donne - a parità di posizione lavorativa e mansioni - sono ancora retribuite meno rispetto agli uomini. Una situazione messa ancor più in evidenza dalla crisi sanitaria.

Quanto è grave la disuguaglianza di genere in Europa?

Le donne non sono ugualmente valutate per il loro lavoro. In Europa, guadagnano in media quasi il 15% in meno rispetto a un uomo, spesso per lo stesso lavoro.

Per ogni euro che un uomo guadagna in media, una donna guadagna 86 centesimi. O, in altre parole, le donne lavorano 51 giorni in più all'anno, per guadagnare lo stesso dei loro colleghi maschi.

Non è giusto, perché succede?

Uno dei motivi principali per cui le donne guadagnano in media meno degli uomini è che si fanno ancora carico (per la maggior parte) della cura dei figli. La pandemia ha esacerbato questo, con le donne che si sono occupate dei figli (gratuitamente) durante il lockdown.

Ciò significa che molte donne hanno scelto di ridurre le loro ore di lavoro. Il 30% delle donne nell'Unione europea lavora part-time, rispetto all'8% degli uomini. Questo può rendere più difficile per le donne progredire nella loro carriera.

Ci sono anche più donne nei settori meno pagati, come l'assistenza alla persona e l'istruzione. Mentre nei settori meglio pagati, come la scienza, la tecnologia, l'ingegneria e la matematica (STEM), la proporzione di dipendenti uomini è molto alta, oltre l'80%.

C'è un divario salariale ancora più grande nelle posizioni manageriali, con le donne che guadagnano il 23% in meno degli uomini. Ai vertici, solo il 10% degli amministratori delegati delle grandi aziende in Europa sono donne.

Quando le donne raggiungono l'età pensionabile, tutto questo ha contribuito a un divario pensionistico ancora più ampio (30%).

Qual è la situazione in Europa?

Ci sono notevoli differenze tra i Paesi dell'Unione europea. I più alti divari retributivi di genere (oltre il 20%) sono in Estonia e Germania, mentre Romania e Lussemburgo hanno le più basse differenze salariali, come potete osservare nel grafico sottostante.

Un divario retributivo di genere più basso non significa automaticamente che le donne siano meglio pagate o abbiano migliori standard di lavoro. Un divario salariale di genere più basso si verifica spesso in Paesi dove ci sono meno donne che lavorano.

Cosa si sta facendo per colmare il divario salariale?

Il "Pilastro europeo dei diritti sociali" stabilisce la necessità dell'uguaglianza di genere. Per aiutare a colmare il divario salariale, la Commissione europea sta introducendo una trasparenza salariale vincolante, in modo che le aziende siano legalmente obbligate a pubblicare quanto pagano i loro dipendenti.

Il "Pilastro europeo dei diritti sociali" chiede anche un equilibrio tra vita lavorativa e vita privata, con il diritto a un giusto equilibrio di congedo parentale e un lavoro più flessibile. Questi elementi sono parte del diritto europeo. Gli Stati membri hanno fino al 2022 per trasporli nella legislazione nazionale.