Qatargate, terribile danno d'immagine per le istituzioni europee

Image
Image Diritti d'autore Olivier Matthys/Copyright 2022 The AP. All rights reserved
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Reazioni a Bruxelles all'arresto di Eva Kaili e allo scandalo Qatargate

PUBBLICITÀ

Un brutto colpo per la credibilità delle istituzioni europee Un eurodeputato dello stesso gruppo parlamentare di Eva Kaili chiede di "andare a fondo" e riconosce che danneggia le istituzioni europee e rende l'intera Europa più debole

Così l'eurodeputato danese Niels FUGLSANG, del gruppo socialisti e domocratici: "È estremamente dannoso per l'Unione europea mostrare che possiamo essere comprati - se i membri del Parlamento europeo, se altri politici possono essere comprati per dire certe cose, per votare in certi modi... tutto questo è una vergogna e rende l'Europa più debole. È nell'interesse di tutti andare a fondo in questa vicenda e adottare regole per assicurarci che cose del genere non possono più ripetersi. Quello (quello che è successo) è molto, molto sbagliato e abbiamo un grande lavoro per riparare il danno".

Un esperto afferma che l'UE nel suo insieme deve elaborare una legislazione anticorruzione che ora manca. L'indagine che ha portato all'arresto della Kaili è avvenuta solo perché l'ex vicepresidente è stata privata della sua immunità da eurodeputato. 

Dice Tamás Lattmann, esperto di diritto internazionale ed europeo:  "Credo che sarebbe molto importante che l'UE rifletta seriamente su queste questioni e si prepari a situazioni come questa in futuro, proponendo un proprio tipo di legislazione per gestire situazioni come questa e rendere una possibile cooperazione con le autorità degli Stati membri molto più fluida e, in una certa misura, più garantita.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Qatargate, libertà vigilata per Eva Kaili: cessa l'obbligo del braccialetto elettronico

Voli aerei pagati dal Qatar: l'accusa per un alto funzionario della Commissione europea

State of the Union: Decisioni su clima, trasparenza e migrazione