This content is not available in your region

Le contromisure del Belgio per bloccare Omicron

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
Le contromisure del Belgio per bloccare Omicron
Diritti d'autore  AP Photo

L’epidemia di Covid non arresta la marcia in molti paesi europei. In Belgio, dove l'incidenza è molto alta, sono state varate   nuove misure per contenere il contagio. Tra le principali: la chiusura delle scuole materne e primarie anticipata di una settimana rispetto al calendario delle vacanze natalizie. Nelle secondarie si passerà all’insegnamento ibrido (solo il 50% degli alunni è previsto in presenza). E la mascherina, a partire da lunedì, sarà obbligatoria la indosseranno anche i bambini dai 6 anni in su. Dalla prossima settimana gli eventi pubblici negli spazi chiusi saranno limitati a matrimoni e funerali e comunque è previsto il numero chiuso, mentre il regime di telelavoro, col massimo di un giorno in presenza alla settimana, viene mantenuto. Chiusura di bar e ristoranti alle 23.

Ringrazio gli 8 milioni di belgi che si sono vaccinati
Alexander de Croo, premier belga

Il premier belga Alexander de Croo, ha voluto ringraziare chi ha fatto la scelta di vaccinarsi:

"Il numero dei contagi è molto alto, ma allo stesso tempo vediamo che il numero di morti è inferiore rispetto ad altri paesi con lo stesso numero di infezioni. E questo per una ragione, la percentuale di vaccinati è particolarmente alta. vorrei ringraziare ancora una volta gli otto milioni di persone che si sono vaccinate: per prendersi cura di se stesse, ma soprattutto per quello che è un gesto di solidarietà".

Il virologo Marc Van Ranst ci ha detto che gli effetti di Omicron sembrano essere leggeri per chi ha fatto il vaccino, mette in guardia il vaccino resta fondamentale nella lotta al covid: 

"Beh, se non si è vaccinati è ovvio che prima o poi si contrarrà la malattia. Potreste farla franca per qualche mese ma prima o poi vi ammalerete; e con la variante Omicron sarà inevitabile. Da vaccinato invece i sintomi sono lievi. Una cosa è certa il vaccino serve, per cui l'unico consiglio che posso dare è questo: vaccinatevi". 

Solo nelle prossime settimane conosceremo l'impatto reale di Omicron e l'effetto del vaccino e delle cure messe a punto in questi ultimi tempi.