EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Bruxelles apre un procedimento legale contro il Regno Unito

Bruxelles apre un procedimento legale contro il Regno Unito
Diritti d'autore PAUL FAITH/AFP
Diritti d'autore PAUL FAITH/AFP
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La mossa della Commissione europea arriva dopo la decisione di Londra di ritardare i controlli nel mare d'Irlanda, previsti dal'accordo sulla Brexit

PUBBLICITÀ

Aumenta la tensione tra il Regno Unito e l'UE: Bruxelles ha avviato un'azione contro il Regno Unito, dopo che il governo britannico ha deciso di ritardare l'attuazione dei controlli sulle merci che attraversano il Mare d'Irlanda.

Secondo la Commissione europea la mossa del Regno Unito violerebbe l'accordo sulla Brexit firmato solo 3 mesi fa.

In una lettera inviata a Londra, l'esecutivo europeo afferma che sono state compiute: "violazioni del diritto internazionale da parte del Regno Unito, che vanificano lo scopo stesso dell'accordo e minano la fiducia reciproca.

Londra e Burselas hanno convenuto che le merci che attraversano la regione britannica dell'Ulster, nell'isola d'Irlanda, per andare in Gran Bretagna sarebbero state sottoposte a controlli doganali da aprile.

Il governo britannico, tuttavia, ha annunciato unilateralmente all'inizio di questo mese che ritarderà tali ispezioni almeno fino al 1 ° ottobre.

La Commissione Europea ha annunciato oggi l'apertura di un processo formale di infrazione per una presunta violazione dell'accordo Brexit e allo stesso tempo ha inviato una "lettera politica" indirizzata all'Esecutivo britannico in cui chiede di "rettificare" e rinunciare alle misure annunciate.

Nella Repubblica d'Irlanda, la decisione di avviare un procedimento giudiziario è stata accolta con riluttanza.

"Azioni unilaterali non porteranno a nulla- afferma Neale Richmond, portavoce per gli affari europei del partito Fine Gael. - Ciò di cui abbiamo più paura in Irlanda è una situazione destabilizzante. La Brexit è il grande distabilizzatore e l'azione del governo britannico dell'ultima notte ha reso la situazione ancora più difficile".

Un portavoce del primo ministro britannico, Boris Johnson, afferma che la mossa per ritardare l'introduzione dei controlli alle frontiere tra il Regno Unito e l'Irlanda del Nord per cibo, pacchi e animali domestici fa parte del processo di attuazione di un trattato legale e non giustifica un'azione legale.

Entrambe le parti affermano che intendono discutere le divergenze presso il comitato congiunto che sovrintende all'accordo sulla Brexit.

La lettera dell'UE a Downing street richiede una risposta formale dal Regno Unito entro un mese.

Questo è solo l'inizio di un processo che potrebbe portare il caso anche davanti ai giudici della Corte di giustizia europea. Uno scenario sgradevole per i fedeli sostenitori della Brexit nel Regno Unito.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il Regno Unito aumenterà il proprio arsenale nucleare

Barcellona contro il turismo di massa: entro il 2028 revocate le licenze di 10mila appartamenti

Orbán a muso duro contro Weber e von der Leyen: lui è "anti-Ungheria", lei un "maggiordomo"