EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

A Strasburgo si discute di Brexit

A Strasburgo si discute di Brexit
Diritti d'autore Euronews
Diritti d'autore Euronews
Di Susan DabbousJack Parrock
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Nuovi rapporti commerciali, ma anche accademici. Le relazioni tra Regno Unito e Unione europea dovranno basarsi su correttezza e reciprocità.

PUBBLICITÀ

Entreranno nel vivo solo il mese prossimo, ma i negoziati sui rapporti commerciali tra Regno Unito e Unione Europea dopo la Brexit, sono già in agenda. Il governo britannico sembra avere tutto l'interesse a mantenere un allineamento solo minimo alle norme comunitarie e Bruxelles ovvimente non ci sta.

Lo ha detto chiaramente la presidente della Commissione europea, Ursula Von Der Leyen al Parlamento europeo a Strasburgo.

"Gli stiamo offrendo qualcosa che non abbiamo mai offerto a nessuno - ha dichiarato Von Der Leyen - un nuovo modello commerciale con un accesso preferenziale al mercato unico che ovviamente richiede delle garanzie ovvero una concorrenza leale, standard conformi sulla protezione dell'ambiente, dei consumatori e del welfare. Per farla breve: bisogna applicare condizioni paritarie".

Sono molti gli eurodeputati a dubitare che si possa raggiungere un accordo entro la fine dell'anno.

"È chiaro che il Regno Unito conosce molto bene l'Unione europea - afferma Margarida Marques eurodeputata portoghese socialista - forse possiamo dire che per loro è più facile anche se non ci vorranno 7 anni, sicuramente 10 mesi non sono sufficienti.

Ma il commercio non è l'unico tema importante nelle relazioni diplomatiche tra Londra e Bruxelles.

Alcuni legislatori europei vorrebbero che lo scambio interpersonale, intellettuale e accademico rimanesse invariato.

"Personalmente penso che il Regno Unito potrà partecipare a tutti i programmi di ricerca europei - afferma l'eurodeputato conservatore rumeno Siegfried Muresan - rivolti sia ai professori che agli studenti. Questo è quanto auspicano anche le università britanniche. Ma ciò ovviamente ha un costo e richiede un contributo da parte del Regno Unito "

Il governo britannico aspira a stringere accordi differenti nei vari settori puntandocosì' sia a rispettare le regole comunitarie che a legiferare in modo diverso.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Immigrazione: come cambiano le regole per emigrare Oltremanica

L'Unione europea alle prese con la prima settimana dopo la Brexit

Brexit: Barnier-Johnson, posizioni contrastanti sugli accordi commerciali