Governi UE falliscono a trovare un accordo sul clima

Governi UE falliscono a trovare un accordo sul clima
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Greenpeace e alte ONG ambientaliste considerano deludenti le conclusioni raggiunte dai 28 capi di stato e di governo UE

PUBBLICITÀ

Il vertice europeo è una doccia fredda per gli ambientalisti. 

Nelle loro conclusioni, i leader europei non evocano alcuna strategia concreta di contrasto al cambiamento climatico entro il 2050. Una data inserita in via iniziativa proprio in fondo alla pagina, in cui si afferma che la maggioranza degli Stati membri è favore di una strategia che vada in quella direzione. Ad opporsi all'indicazione di una data precisa sono quattro stati membri: Estonia, Ungheria, Polonia e Repubblica Ceca.

Per le ONG, i leader europei non hanno raccolto l'appello dei cittadini.

"Questa agenda strategica è davvero qualcosa di già visto. Asseconda sempre gli stessi interessi economici, prevedere crescita economica a tutti i costi, digitalizzazione, mercato interno. Sono tutte parole d'ordine che abbiamo visto in passato".

Mentre gli studenti belgi si preparano per gli esami, i loro nonni hanno preso il timone della mobilitazione per il clima per continuare a fare pressione sui politici.

"La politica in generale ha fatto molte promesse ma non ha mai fatto nulla, niente di costruttivo. Quando il tempo sarà scaduto arriveremo a una fase in cui pagheremo care le nostre scelte", afferma un signore che manifesta davanti ai palazzi delle istituzioni UE.

"Possiamo mangiare meno carne, possiamo essere vegetariani, possiamo andare in bici anziché in auto ma se i governi e le persone che hanno il potere non cambiamenti non farà una grande differenza", afferma un'altra ragazza.

Il Consiglio dovrà comunque definire i suoi orientamenti prima della fine dell'anno. Intanto già si riunirà di nuovo a fine mese, ma in quell'occasione gli sforzi si concentreranno sulla nomina delle maggiori cariche europee, a partire dal successore di Juncker.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Germania, ambientalisti occupano una miniera, decine di arresti

Friday for Future: in Germania continua la protesta ambientalista

Stato dell'Unione: i problemi che alimentano la rabbia antidemocratica