EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Migranti: Praga dice no all'accoglienza rifugiati, Bruxelles minaccia sanzioni

Migranti: Praga dice no all'accoglienza rifugiati, Bruxelles minaccia sanzioni
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Previste possibili sanzioni per gli Stati membri che non rispettano il sistema europeo di redistribuzione dei migranti da Italia e Grecia

PUBBLICITÀ

L’ira di Bruxelles potrebbe abbattersi su Praga, riluttante ad accogliere i rifugiati. La prossima settimana la Commissione europea presenterà un rapporto sullo stato dei ricollocamenti dei richiedenti asilo da Italia e Grecia. In quell’occasione
“Daremo indicazioni – ha dichiarato martedì il Commissario europeo all’immigrazione- circa la nostra posizione sull’avvio delle procedure di infrazione nei confronti degli Stati membri che non hanno accolto alcun rifugiato o che non hanno messo a disposizione dei posti per quasi un anno dalla comune decisione sul reinsediamento dei migranti”.

Finora, la Repubblica Ceca ha accolto solo 12 dei quasi 2700 migranti che avrebbe dovuto ospitare in base al piano europeo di ricollocazione. Il ministro dell’interno lunedì ha dichiarato che il Paese non intende accogliere ulteriori richiedenti asilo “visto il deterioramento della sicurezza e del malfunzionamento dell’intero sistema di trasferimento. Il governo invita inoltre il ministro dell’interno a porre fine a tutte le attività in queste aree. Ciò significa che la Repubblica ceca non applicherà il sistema ridistribuzione dei migranti da Grecia e Italia”.

Le elezioni, previste ad ottobre, si avvicinano per la Repubblica Ceca e l’ immigrazione sarà un tema sensibile sui si concentrerà il dibattito politico.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Spagna e Turchia: accordi commerciali da 25 miliardi di euro e focus su Palestina

Caldo estremo in Grecia e Romania, piogge e allagamenti in Bulgaria e Spagna

Francia: ascesa dei partiti sovranisti e possibilità di un supergruppo Ue di estrema destra