Ue a Turchia, prima rispettare tutti i criteri poi ok alla liberalizzazione dei visti

Ue a Turchia, prima rispettare tutti i criteri poi ok alla liberalizzazione dei visti
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

La liberalizzazione dei visti ai cittadini turchi dovrà ancora attendere.

PUBBLICITÀ

La liberalizzazione dei visti ai cittadini turchi dovrà ancora attendere. L’annuncio arriva dalla Commisisone europea che mercoledì ha pubblicato il secondo rapporto sullo stato dell’accordo sui migranti con Ankara.

Bruxelles insiste affinchè il governo turco proceda con la riforma della legge anti-terrorismo. “La Turchia deve prima rispettare tutti i capitoli previsti in modo da ottenere la liberalizzazione dei visti per i propri cittadini”. Ha dichiarato il Commissario Ue all’immigrazione Dimitris Avramopoulos che ha anche redarguito gli Stati membri, accusati di star procedendo con troppa lentezza alla ricollocazione dei profughi:“Fino a ora soltanto 7224 persone sono state ricollocate delle 22.504 previste dallo schema comunitario, quasi tutte provengono dai campi in Turchia, Giordania e Libano”.

Nel frattempo Ankara ha sbloccato l’accesso al mercato del lavoro per i rifugiati siriani, mentre è arrivata la prima tranche dei sei miliardi di euro europei previsti dall’accordo sigliato a Bruxelles a fine marzo scorso.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Crisi climatica, Ue: torna freddo dopo i picchi di caldo a rischio i frutteti

Germania, caso spionaggio cinese: Krah rimarrà capolista dell'AfD alle elezioni europee

Gli eurodeputati chiedono di sequestrare i beni russi congelati