EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Tutti i colori del cinema alla Mostra di Venezia

Tutti i colori del cinema alla Mostra di Venezia
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Alla Mostra del Cinema di Venezia non è mai semplice scegliere il giusto film d’apertura, lo conferma il Direttore Artistico.. ALBERTO

PUBBLICITÀ

Alla Mostra del Cinema di Venezia non è mai semplice scegliere il giusto film d’apertura, lo conferma il Direttore Artistico..

ALBERTO BARBERA, Direttore artistico della Mostra del Cinema di Venezia: “Rientra in una categoria speciale di film, deve essere spettacolare abbastanza, non troppo violento perché il pubblico della serata di apertura è diverso da quello del resto del festival, è fatto da rappresentanti delle istituzioni pubbliche, autorità, non cinefili, non proprio cinefili quindi bisogna trovare un mix di elementi che uniscano le tante aspettative del pubblico.”

Per l’inaugurazione allora grandi vertigini con “Everest” in 3D, film di montagna ma anche thriller che in Sala Grande apre la 72/a edizione della Mostra. Girato all’antica da Baltasar Kormakur (“2 Guns”, “Contraband”), il film è ispirato al vero viaggio di due diverse spedizioni che si sono confrontate con la montagna piu’ alta del mondo tra ghiacciai, slavine e soprattutto la mancanza di ossigeno.

Fra i 21 film in concorso “The Danish Girl”, il nuovo film del premio Oscar Tom Hooper, con protagonisti Eddie Redmayne e Alicia Vikander. Gender movie “The Danish Girl” evoca la Copenaghen del 1920 in cui l’artista Gerda Wegener chiede a suo marito Einar di sostituire una modella e lui prende gusto a mostrarsi come una donna.

In gara anche il regista argentino Pablo Trapero che con “El Clan” racconta la vicenda reale della
famiglia Puccio, criminali rapitori e assassini. A gestire le nefandezze c‘è il patriarca della famiglia.

JAY WEISSBERG, critico di “Variety”: “In programma quest’anno a Venezia c‘è un po’ di tutto e di piu’ rispetto a quanto accadeva in passato, una prospettiva più ampia su ciò che il cinema mostra adesso. Quindi qualche film politico, qualche film spensierato dalla Francia, drammi sociali, drammi familiari. C‘è anche un film di fantascienza, insimma una gamma molto più ampia con un programma molto piu’ diversificato rispetto al passato.”

In laguna apparirà anche Johnny Depp protagonista della pellicola fuori concorso “Black Mass” in cui interpreta Whitey Bulger, un criminale che diventa informatore FBI nella Boston degli anni Settanta. Ma il festival di Venezia è solo all’inizio.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

European Film Awards: dominio di "Anatomia di una caduta"

Wim Wenders premiato al Festival Lumière di Lione

L'attore Michael Gambon, Silente in Harry Potter, è morto