EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

La FIPRESCI festeggia Nemes

La FIPRESCI festeggia Nemes
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

La Federazione Internazionale della Stampa Cinematografica (FIPRESCI) raggruppa i critici cinematografici del mondo intero e concede il suo omonimi

PUBBLICITÀ

La Federazione Internazionale della Stampa Cinematografica (FIPRESCI) raggruppa i critici cinematografici del mondo intero e concede il suo omonimi premi nel quadro dei principali festival cinematografici internazionali. La Fipresci sostiene da sempre un cinema originale e intimista. Cosi’ è proprio il film ungherse “Son of Saul” di Laszlo Nemes che vince con un tema non facile.

Nel racconto Saulo Auslander è prigioniero ungherese che fa parte di un Sonderkommando ad Auschwitz. Prima di seppellire il corpo di un ragazzo che prende per suo figlio, cerca di compiere un atto impossibile: sottrarre quel corpo e trovare un rabbino per seppellirlo.

La Fipresci festeggia quest’anno i suoi novantanni.

Nella sezione ‘Settimana della Critica’, miglior film è l’argentino ‘Paulina (La Patota)’, di Santiago Mitre. Paulina, 28 anni, decide di rinunciare a una brillante carriera di avvocato per consacrarsi all’insegnamento in una poverissima regione dell’argentina. Poco tempo dopo il suo arrivo viene aggredita da una banda di ragazzi locali fra i quali scopre alcuni suoi allievi. Nonostante l’enormità della violenza subita Paulina prosegue imperterrita fedele al suo ideale.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

European Film Awards: dominio di "Anatomia di una caduta"

Wim Wenders premiato al Festival Lumière di Lione

L'attore Michael Gambon, Silente in Harry Potter, è morto