EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Sicurezza sul lavoro: perché dobbiamo preoccuparci dell'esposizione al piombo?

In collaborazione con The European Commission
Sicurezza sul lavoro: perché dobbiamo preoccuparci dell'esposizione al piombo?
Diritti d'autore euronews
Diritti d'autore euronews
Di Paul Hackett
Pubblicato il
Condividi questo articolo
Condividi questo articoloClose Button

Bruxelles ha appena fissato nuovi limiti per ridurre i rischi per la salute: il piombo è altamente tossico e può causare il cancro, danneggiare il sistema nervoso, reni, cuore e sangue e influire sulla fertilità

A breve nell'Unione europea entreranno in vigore limiti di esposizione più severi per le sostanze nocive come il piombo. Attualmente si stima che circa 100.000 lavoratori vi siano esposti. Il piombo è altamente tossico e può causare il cancro, danneggiare il sistema nervoso, influire sulla fertilità e avere un impatto su reni, cuore e sangue.

Ogni anno in Europa ci sono circa 300 casi di malattia dovuti all'esposizione al piombo. L'Ue ha fissato dei limiti per l'esposizione professionale al piombo, ma secondo l'Oms questi limiti sono obsoleti e rappresentano un rischio significativo per la salute dei lavoratori: l'attuale limite vincolante di esposizione professionale dell'UE è di 0,15 mg/m³ e il valore limite biologico è di 70 µg per 100 ml di sangue.

Questi limiti sono stati introdotti per la prima volta nel 1982. La Commissione ha ora rivisto i livelli attuali e intende ridurre ulteriormente il limite da 0,7 mg/m3 a 0,15 mg/m3 a partire dalla primavera del 2026.

Per cosa viene utilizzato il piombo?

L'uomo estrae il piombo da millenni. Questo metallo resistente alla corrosione è stato storicamente utilizzato per produrre tubi, vernici, insetticidi, ceramiche, vetrate e miscelato per formare leghe o altri metalli.

Oggi è un componente essenziale nella produzione di batterie per auto, nella fabbricazione di armi, nella gestione dei rifiuti e nell'industria della demolizione. Tuttavia l'Oms l'ha inserito tra le dieci sostanze chimiche più preoccupanti per la salute pubblica.

Gli effetti dell'esposizione al piombo sono stati pienamente compresi solo negli ultimi decenni, compresi gli effetti dannosi che ha sui bambini. Per affrontare questi problemi, sono stati compiuti sforzi per ridurre l'esposizione al piombo in alcune industrie o per vietarlo del tutto.

La riduzione o il divieto del piombo in alcune catene di produzione si è già dimostrata efficace. I carburanti con piombo, ad esempio, non sono più in commercio. Negli anni '70 l'eliminazione graduale del piombo dalla benzina ha portato a una riduzione delle concentrazioni di piombo nel sangue in tutta Europa. In particolare uno studio svedese ha osservato un calo del 60% delle concentrazioni di piombo nel sangue dei bambini tra il 1978 e il 2007.

Tuttavia l'aumento della domanda di batterie ricaricabili al piombo nell'ambito della transizione energetica pulita e l'uso di vernici industriali al piombo fanno sì che l'esposizione a questo metallo continui a rappresentare un problema per la salute in Europa.

Quali sono gli effetti dell'esposizione al piombo sul corpo umano?

L'inalazione o l'ingestione di particelle di piombo o di polvere contaminata da piombo può portare all'avvelenamento da piombo, che inibisce la riparazione del dna. I bambini, in particolare, possono assorbire una quantità di piombo da quattro a cinque volte superiore rispetto agli adulti, a causa del comportamento "mano a bocca". Una volta assorbito, viene distribuito agli organi come i reni e il fegato e con il tempo viene immagazzinato nelle ossa.

Livelli elevati di avvelenamento da piombo nei bambini possono causare danni cerebrali, riduzione della capacità di attenzione, cambiamenti comportamentali e problemi di apprendimento. Inoltre i bambini malnutriti sono più a rischio di avvelenamento da piombo, perché il corpo assorbe più piombo se mancano altri nutrienti e minerali.

Per quanto riguarda i rischi professionali in Europa, gli uomini hanno maggiori probabilità di sviluppare l'avvelenamento da piombo a causa della loro storica predominanza nelle industrie pesanti, ma l'esposizione al piombo comporta ulteriori rischi per le donne in gravidanza e in età fertile.

Nonostante i piani dell'Ue per proteggere meglio i lavoratori, portando il limite a un quinto del livello attuale, non esiste una concentrazione sicura di piombo nel sangue. Nel 2021 l'Oms ha stimato che circa un milione di vite sono state perse a causa dell'esposizione al piombo nel 2019 in tutto il mondo.

E i diisocianati?

I diisocianati sono elementi chimici utilizzati per produrre biancheria da letto, schiume flessibili, mobili, adesivi e materiali resistenti agli agenti atmosferici. Vengono anche utilizzati per produrre materiali isolanti per realizzare edifici più efficienti dal punto di vista energetico e turbine eoliche.

I diisocianati sono una delle cause più comuni di asma professionale. Ogni anno nell'Ue vengono segnalati tra i 2.350 e i 7.270 casi, su circa 4,2 milioni di persone in tutto il continente esposte ai diisocianati durante il lavoro.

Di conseguenza l'Ue sta fissando per la prima volta dei limiti sui diisocianati del gruppo azoto, carbonio e ossigeno. I datori di lavoro dovranno garantire che i lavoratori che rischiano di inalare queste sostanze nocive siano esposti a un massimo di 6µg NCO/m3 nell'arco di una giornata lavorativa di 8 ore o 12µg NCO/m3 se si tratta di un periodo più breve di 15 minuti.

Condividi questo articolo